• Stile di campagna minimalista. Il nostro stile su misura

    Alla fine di questo mese il blog acquisterà una nuova
    veste, con un’estetica che mi rappresenta di più.
    Ma ci saranno anche delle altre novità, oltre alla nuova
    impaginazione.
    Non le voglio rivelare subito altrimenti rischio di
    mandare all’aria l’effetto sorpresa, però do una piccola anticipazione.
    Ci sarà una pagina dedicata alle mie progettazioni e
    proprio con questo post voglio introdurla.
    Sai che mi piacciono le case con personalità, quelle in
    cui si respira l’animo di chi le abita, perché sono un’estensione di loro
    stessi, del loro modo di vedere e vivere la vita.
    Non è importante che l’arredo sia di alta fattura e
    design, ma è importante il cuore che ci metti, l’emozione che trasmette, che
    sia funzionale alle tue esigenze.
    E bastano piccoli ingredienti e suggerimenti per
    realizzare tanto con poco.
    E il primo progetto che voglio presentare è proprio
    quello della nostra casa, da quale partire altrimenti?

    La mia famiglia. Una mia illustrazione

    Oggi non ti parlerò di planimetrie e arredi, ma ti
    parlerò di cosa mi piace circondarmi, di quale deve essere il filo conduttore
    per ogni scelta. Del primo passo che considero in una progettazione.

    Può sembrare una scelta semplice, ma non lo è così tanto.
    Per riuscire ad individuare il mio vero stile, e non
    semplicemente quello che mi piace molto, ho osservato con attenzione tutto
    quello che mi faceva “innamorare”, nel senso che mi creava delle emozioni
    (interni, stili di vita, abbigliamento), fino ad individuare uno stile base,
    che è quello di casa accogliente, calda, avvolgente.
    Quelle case dove si coltivano le proprie passioni e si
    costruisce un proprio mondo fatto di profumi, famiglia e di verde.
    Spazi dedicati al relax e allo studio, con linee pulite e
    ariose.
    Fonte: 1 2 3

    Fonte: 1 2 3

    Fonte, in senso orario: 1 2 3 4 5 6
    Poi ho individuato i dettagli, in modo sempre più
    minuzioso.
    Ed emerge sempre che mi piace la campagna. E mi piace
    farla entrare in casa con piante e fiori.
    Una passione per i tessuti naturali e floreali, lo stile
    inglese fatto di tartan e mobili laccati (opachi, ovviamente!). Ma alleggerito
    dalle ariose tende in lino intagliato, dalle tonalità pastello sui muri e negli
    accessori. E dalla sensazione di pulizia e minimalismo caldo, quello tipico
    delle case nordiche.
    Fonte: 1 2 3
    Fonte: 1 2 3
    Ho combinato tutti questi ingredienti tra di loro per creare uno stile molto personalizzato, che ho riassunto in una moodboard finale. 
    Fonte:
    tessuti 1 ; carta da parati: 2 ; tavolo antico: 3 ; Libreria: 4
    La nostra casa è ancora incompleta, aggiungeremo gli
    arredi che mancano poco alla volta, ma quello individuato è lo stile che seguiremo
    in qualunque scelta che faremo. Sarà la nostra linea guida.
    Nel prossimo post ti farò vedere la seconda fase della
    progettazione, quella in cui emozioni e desideri prendono forma.
    A giovedì prossimo!

    Elena
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *